Premio Asimov 2018 Per l’editoria scientifica divulgativa – terza edizione

Premio Asimov 2018

Per l’editoria scientifica divulgativa – terza edizione

Micaela Napoli, V C – 6 ottobre 2018

Il 5 e il 6 Ottobre 2018 si è svolta, presso il GSSI Gran Sasso Institute e presso i l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a L’ Aquila, la cerimonia Nazionale di Premiazione della terza edizione del Premio Asimov 2018. Questo progetto intende avvicinare i giovani alla scienza attraverso la lettura di opere di divulgazione scientifica, possiede quindi nella sua finalità una profonda matrice culturale poiché, i libri concorrenti di argomento scientifico sono rivolti ad un pubblico non necessariamente esperto, ma, cosa ancora più interessante , agli studenti delle scuole superiori di secondo grado provenienti da tutte le regioni d’Italia, i quali si sono poi misurati con l’aspetto più bello della lettura: il pensiero critico e la recensione. Per una cosi impegnativa performance sono state selezionate e premiate 105 recensioni. La cerimonia di premiazione si è svolta nell’Aprile del 2018 presso l’Università della Calabria. Tra i giovani premiati il 5 e il 6 Ottobre 2018 c’è Micaela Napoli, studentessa della classe V C del Liceo Scientifico Linguistico “ Pitagora” di Rende (CS). Micaela, che per l’evento ha reso orgogliosa la scuola tutta, ancora di più ha stupito per la profondità e la delicatezza con cui ha vissuto l’evento, in un mondo in cui la velocità del pensiero spesso sfocia in vanagloria che appare la strada più semplice. Nel suo report, infatti, evidenzia la necessità, soprattutto per i giovani, di non stancarsi mai della cultura, spesso surclassata dalle nuove tecnologie che rendono colorato e falsamente dinamico il pensiero di tanti, di tutti quelli che fanno fatica a sopportare il peso del silenzio interiore che solo una lettura critica e quindi consapevole sa regalare, evidenziando poi la necessità di essere sempre assetati di sapere, di non fermarsi di fronte alla superficiale apparenza. Questa giovane studentessa della classe VC ,potrebbe essere pertanto ,una qualsiasi studentessa del Liceo Scientifico Pitagora, in quanto è nella ricerca costante di tutti coloro che operano al suo interno il senso di quel “ viaggio” di cui parla Micaela raccontando la sua esperienza. La cultura che diventa il raggiungimento di una meta , che disegna percorsi con numeri e parole che scavano giornalmente nelle vite di questi giovani che ci hanno scelto per aiutarli a realizzare quel “ bagaglio” che li accompagnerà per tutta la vita. Numeri e parole che diventano un’opportunità se in chi li pronuncia ed in chi li ascolta c’è la volontà di esplorare quei “ mondi possibili” che rendono il pensiero profondo e ricco di umanità. Al Liceo Pitagora Micaela ha confermato il senso del suo agire che è un “andare verso”…..la vita , la realizzazione personale attraverso la consapevolezza delle proprie scelte non per raggiungere una meta ma per arricchirsi con quel viaggio nella cultura che ha reso la nostra scuola un punto di riferimento sul nostro territorio. “Tienila sempre in mente Itaca. La tua meta è approdare là […]..Itaca ti ha donato un bel viaggio. Non saresti partito senza di lei […] : Itaca – Costantino Kavafis (1863-1933).

Rende 20 Ottobre 2018

Prof.ssa Daniela Romeo

Font Resize