Chi siamo

L’ Identità Culturale del Liceo

Cosciente delle problematiche presenti nel territorio, che a volte incidono sui risultati dell’azione educativo-formativa in termini di insuccesso, demotivazione, disinteresse nei confronti dell’Istituzione e più in generale dei valori etico-culturali, il Liceo ha avviato da alcuni anni un processo di trasformazione del modo di fare scuola, accogliendo le innovazioni didattiche disposte da norme legislative e realizzando attività di ricerca-azione al fine di potenziare e qualificare l’offerta formativa mediante interventi  di Didattica Compensativa, Laboratoriale, Modulare, “Rovesciata”, nonché attività Integrative (Laboratori di Lettura-Scrittura, Storia, Fisica, Scienze, CLIL, Educazione alla Legalità, Elementi di Economia, etc.) intese come strategie di intervento per l’Orientamento, il Riorientamento, la Ri-motivazione e la Riqualificazione dell’Istruzione.

In questi ambiti, il Liceo, fin dalla prima sperimentazione (1998/99-1999/2000) dell’Autonomia Scolastica, ha creato occasioni di interazione con il territorio: collaborazione con l’UNICAL, (corsi di orientamento universitario; convenzioni per l’attivazione di minicorsi con attribuzione di Crediti Formativi Universitari fino a un massimo di cinque; partecipazione a progetti a livello nazionale – Lauree Scientifiche – e regionali – Libera le Idee; convenzioni per le attività di Tirocinio per la Formazione iniziale degli insegnanti), con la Biblioteca Comunale, il Museo Civico, il Museo del Presente di Rende, il Polo Bibliotecario Regionale, gli EELL (in particolare con il Comune di Rende, la Provincia di Cosenza e la Regione Calabria).

Oggi il Liceo, sempre attento alle esigenze degli studenti, al fine di fornire servizi accessori volti al potenziamento delle competenze e alla cura delle eccellenze, è:

–            Test center AICA ed EIPASS, per cui allievi, docenti, personale ATA ed utenti del territorio possono frequentare corsi di formazione sulle nuove tecnologie e conseguire la patente europea del computer (ECDL);

–            Centro per il rilascio delle certificazioni TRINITY;

–            Centro di preparazione ed esami per il conseguimento delle certificazioni della Cambridge School, dell’Istituto Cervantes e del DELF;

–            Centro presidio per l’Orientamento e per le misure di accompagnamento al riordino dei cicli delle scuole superiori di secondo grado, presso cui sono tenuti corsi di formazione, rivolti a tutte le scuole del territorio;

–            Centro presidio per i corsi MAT@BEL, Didatec e ICT (finanziati con Fondi Strutturali europei).

Il Liceo Pitagora di Rende beneficia della presenza di un corpo docente con caratteristiche di comprovata esperienza e stabilità all’interno della Scuola. Tutto il personale docente presenta curricula di ampio prestigio che va dal conseguimento della prima Laurea (93% del personale e tutto il personale docente), talvolta di una seconda Laurea e/o Master e Corsi di perfezionamento, Certificazioni linguistiche e informatiche.

Il 46% dei docenti ha 20/30 anni di servizio ed un elevato tasso di continuità didattica nel Liceo stesso. Una percentuale che colloca la nostra scuola ai vertici della tabella provinciale. La provenienza è prevalentemente locale. Lo stesso non può dirsi per il personale non docente che è in numero inferiore alle esigenze dell’istituzione scolastica ed è soggetto ad un ben più elevata mobilità, fenomeno che si ripercuote sull’efficienza ed efficacia del lavoro d’ufficio, rallentandone a volte i ritmi.

 

Bisogni del Territorio

I rapporti con il territorio e con l’utenza, anche ai fini del rilevamento dei lor bisogni e delle loro aspettative, si sono svolti e continueranno a svolgersi sia secondo i formali canali d’interazione interistituzionali, con i rappresentanti degli EELL e delle forze sociali, e/o con i partner delle varie Reti territoriali, sia in modo formale/informale mediante i fitti contatti con Associazioni del territorio e le famiglie direttamente coinvolte nell’azione educativo-formativa.
Il liceo “Pitagora” si è sempre proposto al territorio come soggetto propulsore di sinergie con le altre istituzioni e la realtà socioeconomica del territorio nella convinzione che per lo sviluppo del sistema formativo non basta l’impegno dei docenti all’interno delle aule, ma occorre la corresponsabilità non solo sociale quanto politica in senso lato, che crei le opportune alleanze tra scuola, territorio e famiglia. L’istituto ha da tempo assunto la funzione di spazio di ascolto dei bisogni espliciti ed impliciti del territorio stesso, e in particolare dei giovani studenti e luogo di condivisione delle esperienze formative e culturali.
Negli anni precedenti ha proposto, a famiglie e docenti, un questionario di rilevamento delle aspettative e di valutazione delle attività svolte dal liceo durante l’anno scolastico, i cui dati, messi in relazione con le sollecitazioni del RAV, hanno contribuito a definire le priorità e i traguardi che la scuola si prefissa per il triennio appena trascorso.
Quest’anno il Liceo ha effettuato un incontro con i rappresentanti degli Enti, pubblici e privati, le Associazioni di categoria le associazioni no profit e le realtà produttive presenti sul territorio, oltre che con i genitori che hanno voluto partecipare, nonché il Presidente del Consiglio di Istituto, durante il quale è stata presentata una bozza del PTOF 2019/2022, ed è stato chiesto agli intervenuti di fornire, mediante la compilazione di un’apposita scheda, pareri e proposte provenienti dalle utenze che essi rappresentavano, al fine di rendere l’offerta formativa del liceo più vicina ai bisogni e alle aspettative delle famiglie e dell’intero territorio.
Dai partner interistituzionali, quali l’Unical sono pervenute proposte di collaborazione nell’ambito della ricerca e della progettazione didattica; da parte di Unioncamere, Confindustria, Confartigianato dichiarazioni d’interesse per la realizzazione di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, di stage (anche brevi) per coinvolgere gli studenti in modo diretto e sviluppare una reale cultura del lavoro e opportune capacità di Orientamento.
I genitori si sono mostrati particolarmente interessati alle possibilità offerte dall’alternanza scuola-lavoro all’estero, anche in ambito internazionale, che il nostro istituto ha promosso e intende promuovere.
Il confronto con i diversi partner di Rete ha evidenziato, infine, l’esigenza di una stretta collaborazione per la realizzazione di attività di formazione del personale e di una più diffusa cultura della Valutazione.

La Mission

La mission riconosciuta e condivisa da tutti gli operatori della scuola è fornire risposte efficaci ai bisogni formativi (sociali, esistenziali, professionali) dei giovani, offrendo loro strumenti conoscitivi e critici per orientarsi nell’ odierna società, complessa e multiculturale, affrontare consapevolmente e superare le problematiche correlate alle incertezze dell’età evolutiva, fronteggiare i rischi legati al disagio giovanile (aggravati anche dalle caratteristiche di un territorio in cui si evidenziano sacche di illegalità e disomogeneità socio-economico-culturale) e divenire capaci di costruire autonomamente il proprio progetto di vita.

In quest’ottica le attività didattico-educative del Liceo sono volte all’ assunzione del principio di responsabilità personale e sociale, all’acquisizione del senso di cittadinanza e allo sviluppo di un’identità culturale locale ed europea, nonché di un sistema di valori comuni e condivisi nel rispetto dei principi di tolleranza, solidarietà e inclusione.

Font Resize