Credito Scolastico e Credito Formativo A. S. 2020-2021

CREDITO SCOLASTICO

Il credito scolastico è un apposito punteggio attribuito ad ogni studente, nello scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni della scuola secondaria superiore. Le modalità di attribuzione del credito scolastico, pari ad 1/4 del punteggio finale dell’esame di Stato, sono regolate dal D.M. n. 99/2009.

Il Consiglio di Classe attribuisce ad ogni alunno un punteggio per ciascun anno del triennio, in base alla media dei voti finali.

Il punteggio massimo conseguibile come credito scolastico per i tre anni di corso è di 40 punti. La valutazione del credito scolastico è effettuata secondo la tabella di seguito riportata:

ATTRIBUZIONE CREDITO SCOLASTICO

 

Media dei voti

Fasce di credito

 

III Anno

Fasce di credito

 

IV Anno

Fasce di Credito

 

V Anno

M = 6 7-8 8-9 9-10
6 <M ≤7 8-9 9-10 10-11
7 <M ≤8 9-10 10-11 11-12
8 < M ≤9 10-11 11-12 13-14
9 < M ≤10 11-12 12-13 14-15

Il sistema dei crediti scolastici prepara fin dal terzo anno il punteggio di ammissione agli esami di Stato e consiste nel riconoscere oltre al merito, che costituisce la base del punteggio per ogni anno, aspetti importanti del processo formativo: profitto registrato, comportamento, attività svolte a scuola e fuori dell’ambito scolastico, scarto media.

In particolare, secondo quanto deliberato dal collegio dei Docenti del 22 settembre 2020, sarà attribuito il massimo della banda di oscillazione, determinata dalla media  dei voti ( compreso il voto relativo al comportamento), nei seguenti casi:

  1. Se il decimale della media dei voti è maggiore a 0,50;
  2. Se lo studente ha dimostrato nelle attività didattiche interesse e partecipazione, assentandosi dalle lezioni per non più di 15 giorni  durante l’intero anno scolastico;
  3. Se lo studente ha raggiunto  nell’ a.s. un numero di assenze compreso tra 16 e 30 gg., ma ha partecipato con impegno, interesse e puntualità ad attività progettuali extracurriculari di almeno 20 ore, svolte anche in un equilibrato bilanciamento tra attività sincrone ed asincrone;
  4. Se lo studente ha acquisito esperienze qualificate ( crediti formativi) al di fuori della scuola in ambiti e settori della società civile, legati alla formazione della persona e alla crescita umana e culturale, pur mantenendo il limite massimo delle 30 assenze.

 Nel caso in cui lo studente abbia effettuato nell’anno scolastico un numero di assenze superiore a 30 gg., sarà attribuito il minimo della banda di oscillazione, così come in tutti gli altri casi non rientranti nelle condizioni sopraelencate ( eccezion fatta per i casi in deroga da valutare singolarmente dietre presentazione di opportuna certificazione).

CREDITO FORMATIVO

Il credito formativo consiste in ogni qualificata esperienza acquisita al di fuori della scuola di appartenenza in ambiti e settori della società civile, legata alla formazione della persona e alla crescita umana e culturale, coerenti con il tipo di corso di studi. Per una valutazione dell’attività che dà luogo al credito formativo, è necessario, oltre che della coerenza con i contenuti di studi, tener conto:

  1. dell’epoca di effettuazione delle attività (sarà opportuno valutare quelle più recenti);
  2. della durata complessiva dell’attività;
  3. della continuità dell’esperienza.

Coerenti con il piano di studi del liceo scientifico e linguistico appaiono:

  • i corsi finalizzati alle Certificazioni linguistiche, informatiche, musicali attestanti competenze di livello superiore a quelle previste dall’anno scolastico in corso rilasciate da istituzioni esterne alla scuola o tramite progetti della scuola
  • soggiorni studio o stage formativi di almeno 30 ore debitamente documentati ed effettuati in periodi di assenza dalle attività didattiche
  • partecipazione a corsi e/o gare a livello agonistico organizzate da Società aderenti alle diverse Federazioni riconosciute dal CONI
  • attività di volontariato certificate.

Ogni esperienza dovrà essere debitamente documentata attraverso un’attestazione fornita da Enti, associazioni e istituzioni presso cui lo studente abbia prestato la propria opera.

Per     quanto  attiene, infine,    alle    domande    di    riconoscimento     del     credito interno/esterno per le varie attività, si dovrà presentare una formale richiesta, secondo un modulo fornito dalla segreteria didattica.

Lo stesso dovrà essere  compilato    con     la  vidimazione,     per      conferma,    dei      responsabili      di progettazione     e/o  attività  interna,   approvata  nel   PTOF   e   consegnato IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 15 MAGGIO presso la segreteria DIDATTICA.

Font Resize